Eguaglianza e rispetto: siamo tutti migranti

rossecorsare

http://www.radioradicale.it/scheda/447711?i=3438294

Proprio per l’importanza di quello che ci stiamo dicendo oggi voglio iniziare ricordando la pulizia etnica di 20 anni fa a Srebrenica, (abitavo vicino) per ricordare una guerra negata, prima di tutto, ma anche per sottolineare un punto centrale (assieme a cambiare l’agenda Europa, al lavoro, alla scuola, all’ambiente, ecc.) che deve essere posto con chiarezza sul tavolo del soggetto politico nuovo che stiamo costruendo. Proprio per non essere costretti all’emergenza degli eccidi è necessario costruire la pace, sempre, anzi soprattutto quando le guerre sembrano lontane.

Ma vorrei toccare un solo punto in relazione a questo “luogo di comunità politica” che stiamo costruendo, luogo prima di tutto di uguaglianza e di rispetto e, a partire da ciò, intrecciare finalità pratiche e un ruolo concreto nel paese. Non solo va ribadito che siamo accanto ai più deboli economicamente e culturalmente e che per loro e non per noi, combattiamo ma…

View original post 373 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...